Bulgaria - Cosa vedere

I 6 luoghi da non perdere in Bulgaria
Pubblicato da paulino oltre 3 anni fa

L’anno scorso ho fatto un viaggio in Bulgaria, durante il quale ho visitato numerosi luoghi interessanti. Una descrizione di ogni singola destinazione che ho visitato potrebbe essere un po’ noiosa e pesante, ho quindi fatto una selezione dei 6 luoghi che mi sono piaciuti di più e che ritengo si debbano assolutamente vedere, durante un viaggio in Ungheria.

La Chiesa di Bojana, Sofia

La Chiesa di Bojana, che si trova a Sofia, è una chiesa medievale, i cui affreschi risalgono all‘anno 1259 e sono da considerarsi fra i capolavori della pittura murale europea. Questi affreschi sono considerati come precursori del proto-rinascimento in Italia. Nel 1979 la Chiesa di Bojana è stata inclusa fra i patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO.

La città vecchia di Nessebar

Nessebar, con le sue spiagge chilometriche, è una delle località balneari più famose della Bulgaria. Dalla spiaggia, percorrendo un breve percorso, è facilmente raggiungibile la città vecchia. Man mano che si prosegue lungo il tragitto che vi conduce, si ha la sensazione di tornare indietro nel tempo, sulle tracce dalla storia bulgara.

Il museo a cielo aperto di Nessebar è situato su di una penisola ed è collegato alla terraferma da un sottile molo, lungo 400 metri. Lì si possono ammirare testimonianze in pietra dell’egemonia greca, accanto a numerose rovine di chiese medievali e a interessanti abitazioni risalenti al XVIII e XIX sec. Direttamente nei pressi del punto di accesso alla penisola, si trovano impressionanti resti di mura e di torri, che sembrano rievocare storie del V sec. a.C. così come del XIV sec. d. C..

La città vecchia di Nessebar, pur non essendo rimasta estranea al turismo, è un luogo molto interessante, che consiglio di visitare soprattutto a chi subisce il fascino della storia.

Moschea di Tombul, a Šumen

La Moschea di Tombul a Šumen è stata costruita tra il 1740 e il 1744 ed è la più grande moschea della Bulgaria. Il nome ufficiale è Moschea Şerif Halil Paşa (Джамия Шериф Халил паша); il nome Tombul deriva dal corrispondente termine turco Tumbul, che descrive la forma panciuta della cupola.

Per la costruzione della moschea furono utilizzate pietre delle vicine cittadine di Preslav e di Pliska, un tempo capitali dell’Impero Bulgaro nel Medioevo. Lo stile architettonico della moschea mostra influssi del barocco ottomano, che dominava sotto all’impero ottomano, intorno alla metà del XVIII sec.

Il Cavaliere di Madara

Madara raccoglie numerosi monumenti archeologici risalenti al periodo che va dal IV sec. a.C. al XV sec. d.C. Il monumento più sorprendente di quest’area protetta è un rilievo, scolpito sulla roccia, del Cavaliere di Madara. E‘ un esemplare dell’arte bulgara antica e interpreta il potere e la grandezza dello Stato Bulgaro. E’ unico nel suo genere in Europa.

Le iscrizioni intorno alla figura sono in greco e raccontano delle azioni eroiche di tre Khan bulgari Tervel, Krumesis e Omurtag. Il Cavaliere di Madara è stato dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell‘Umanità.

Le Chiese di Ivanovo

A una ventina di chilometri a sud di Russe, non troppo lontano dal paesino di Ivanovo, in alto, nelle rocce che si ergono verticalmente lungo la riva del fiume Russenski Lom, sono state scavate chiese e celle per i monaci. Questi scavi risalgono al XII secolo e purtroppo gran parte ne è andata distrutta. Sembra che tra l’XI e il XIV sec. qui ci fossero 41 templi e circa 300 vani. Le loro origini risalgono al Secondo Impero Bulgaro e sono strettamente legate alla capitale Tarnovo. Il patriarca di Tarnovo, Gioacchino I, è stato il costruttore, insieme ai suoi allievi e seguaci, della prima chiesa scavata nella roccia. Circa 80 monaci scelsero questo luogo per dedicarsi all’ascetismo eremitico.

Monastero di Bačkovo

Il Monastero di Batschkovo è stato fondato nel 1083 da Grigorij Bakuriani, un condottiero bizantino di origine georgiana, e da suo fratello Abassij. Grigorij fece costruire il monastero all’interno del suo possedimento feudale e, come da tradizione georgiana, lo dedicò alla moglie e alla madre.

Il monastero ospita una vasta esposizione museale con antichi oggetti appartenenti alla Chiesa, testi sacri, monete antiche e ornamenti religiosi. La parte più interessante del monastero sono gli affreschi: la figura dello Zar bulgaro Ivan Aleksander è presente negli affreschi del XI e XIV sec., nella sala da pranzo del monastero (1601), nella chiesa principale (1604) e anche nelle altre chiese, dove si possono anche ammirare alcuni dei primi affreschi del famoso pittore bulgaro Zachari Zograf.

Questo viaggio in Bulgaria mi ha stupito molto e credo che ci tornerò presto – non pensavo che ci fossero così tanti luoghi interessanti da vedere!

Bulgaria, ci sei stato ?

Registrati al sito e raccontaci il tuo viaggio descrivendoci un luogo, un hotel, un piatto tipico o un ristorante.

Condividi le tue esperienze di viaggio attraverso un racconto, delle foto o caricando un video.

Scrivi un articolo

0 totale

Opinioni

Devi essere autenticato per eseguire questa azione.

Autenticati o Crea un nuovo account.

Cosa è?

Vuoi aggungere un diario o una guida al tuo sito web o blog ?

Copia il codice, aggiungilo nel tuo HTML, e verrà visualizzata una preview sul tuo sito!

Incolla il seguente codice sul tuo sito

Anteprima